9^ edizione – 27 gennaio 2008

L’evento sportivo, unico nel suo genere nel Salento, diventa Istituzionale attraverso la sottoscrizione di un “Protocollo d’Intesa” tra l’Associazione Podistica Parabita, Provincia di Lecce, Comuni di Alezio, Casarano, Matino, Parabita, Sannicola. Taviano, Tuglie e cambia denominazione diventando “Maratona del Salento d’Amare”. La manifestazione ha regalato tantissime emozioni nel corso del suo programma, iniziato con la presentazione alla stampa del percorso presso il Comune di Sannicola dove hanno presenziato, oltre agli esponenti istituzionali, anche il prof. Piero Incalza, l’atleta Julia Jones e il maratoneta Ottavio Andriani; procedendo con il Convegno sui giovani presso la Città di Taviano e la presentazione atleti “top”: Stefano Baldini Campione Olimpico Atene 2004 e primatista italiano; Giacomo Leone 5° classificato alla Maratona Olimpica Sidney 2000 e detentore del secondo tempo italiano; Ottavio Andriani, atleta in rappresentanza per l’Italia a Pechino 2008, per citarne alcuni, presso la Sala Consiliare del Comune di Casarano. Le emozioni più forti si sono concentrate il giorno della gara grazie: alla partecipazione di Valentina, ragazza che ha realizzato il proprio sogno divenendo anche simbolo e portabandiera di un gruppo di persone, diversamente abili, che hanno preceduto il serpentone dei cinquecento atleti; all’impresa sportiva di Giacomo Leone, primo classificato con 2h17’04”; alla partecipazione del campione olimpico Stefano Baldini e di Ottavio Andriani; alla realizzazione dell’Expo di prodotti eno-gastronomici salentini; al raduno delle Ferrari; ma anche e soprattutto al raggiungimento di quota 315 Maratoneti all’arrivo che hanno avuto la possibilità di VIVERE LO SPORT in una straordinaria palestra a cielo aperto. Comitato Organizzatore: Presidente Francesco Bove; Vice Presidente Maurizio Giannelli; Segretario Biagio Cataldo; Tesoriere Luigi Grasso; Consiglieri Alfonso Cataldo, Luigi Finolezzi, Daniela Hajnal, Antonio Leopizzi, Salvatore Leopizzi, Giovanni Patera, Giuseppe Ruberto, Biagio Tornesello; Medico Dott. Giorgio Mauro; Coordinatore tecnico-organizzativo: Antonio Leopizzi.